Bambini nel tempo….


Stephen, ascolta. Stephen, prova, a metà dell’estate, a parlare di Natale a un ragazzino di dieci anni. Tanto verrebbe parlare a un adolescente dei suoi progetti pensionistici. Per i bambini, l’infanzia è senza tempo. E’ un presente continuo. Tutto quanto si coniuga al presente. Certo hanno ricordi anche loro. Certo anche per loro il tempo si muove un poco intorno a un Natale che viene sempre alla fine. Ma non ne hanno la percezione. Percepiscono quel che è l’oggi soltanto, e quando dicono “da grande”…lo fanno sempre con una certa dose di incredulità. Come potrebbero mai essere altro da quello che sono?...”
(Ian McEwan – Bambini nel tempo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.