Da martedì 2 ottobre, 20-22.30, inizia il corso“MBI-Mindfuness Based Intervention e pratiche di Compassione , per la riduzione dell’ansia e dello stress”

Da martedì 2 ottobre, 20-22.30, inizia il corso“MBI-Mindfuness Based Intervention e pratiche di Compassione , per la riduzione dell’ansia e dello stress”, condotto dalla Dott.ssa Massimiliana Molinari ; 8 serate settimanali di martedì e una giornata di ritiro sabato 10 novembre.. Posti limitati.

Non puoi fermare le onde, ma puoi imparare a fare surf

La prospettiva della mindfulness introduce un modo profondamente diverso di porsi in relazione con la propria esperienza, per ridurre l’intensità della sofferenza emotiva e fisica attraverso l’apprendimento di pratiche di consapevolezza, coltivando una pratica di meditazione consapevole e la riconnessione con il corpo. Attraverso la consapevolezza sviluppiamo la nostra capacità di prestare attenzione al momento presente con intenzione in modo non giudicante, con gentilezza e compassione. In questo corso impariamo una modalità per entrare in contatto con ciò che succede dentro e fuori di noi, per prenderci cura del corpo e della mente, sviluppando la capacità di stare nel presente. Questo corso è un metodo sistematico per gestire stress, dolore e malattie, ma anche per affrontare efficacemente le sfide della vita quotidiana attraverso la riscoperta di una capacità intrinseca a noi esseri umani da sempre presente.

_COSA E’ LA MINDFULNESS_Il termine mindfulness a cui si fa riferimento in questo elaborato è quello vicino al mondo degli psicoterapeuti occidentali, quindi un termine che deriva dalla traduzione del termine pali (lingua tibetana) “sati” che sta ad indicare la consapevolezza, l’attenzione nuda e il ricordare. Usando quindi una definizione di Jon Kabat Zinn (2003) “la consapevolezza dell’esperienza presente che si raggiunge prestando volutamente attenzione, e in modo non giudicante, alla propria esperienza momento per momento”. Nelle tradizioni buddiste il termine mindfulness viene invece utilizzato per denotare uno stato di osservazione aperta a tutta l’esperienza momento per momento. Possiamo così dire che la mindfulness coinvolge tre importanti abilità, l’attenzione focalizzata (concentrazione), il monitoraggio aperto e l’accettazione compassionevole. Quando nelle pratiche si parla di allenare l’attenzione si intende quella capacità di scegliere un oggetto e rimanerci, mentre quando si parla di consapevolezza ci si riferisce a quello spazio più grande che osserva l’attenzione. La consapevolezza è lo spazio della mente, è la mente che osserva la mente e si accorge se ci siamo distratti. Le caratteristiche della Mindfulness sono, quindi, essenzialmente quattro. Innanzitutto è un’attenzione che richiede un impegno, una scelta di volontà e quindi significativamente diversa dalla tendenza automatica al vagare mentale o al rimuginare su problemi passati o futuri. In secondo luogo è un’attenzione alla dimensione del presente, senza che si cerchi di evocare o suscitare alcunché. La terza caratteristica è che si tratta di un’attenzione non giudicante. Infine, la quarta peculiarità di quest’attenzione volontaria va sotto il nome di Loving Kindness o amorevole gentilezza ovvero di una apertura calda ed accettante l’esperienza presente in modo da riuscire a stare anche con quelle esperienze ritenute sgradite ( come il dolore ). L’amorevole gentilezza e la compassione sono due aspetti dello stato di mindfulness che portano l’attenzione non giudicante oltre che al momento presente , anche ad un aspetto più affettivo. L’esperienza di compassione implica il riconoscimento della sofferenza altrui e propria, il lasciarsi toccare da quella sofferenza, anziché reagirci, e lasciare che emerga quella risposta spontanea di calore,, desiderio di bene cura per se stessi e verso chi soffre. La compassione riguarda la comprensione che siamo tutti interconnessi e con le medesime esperienze, che la sofferenza, il fallimento, e l’imperfezione sono parte dell’esperienza umana condivisa. Negli ultimi decenni la pratica della mindfulness, praticata da oltre 2500 anni nella tradizione buddista , è stata studiata per le sue implicazioni curative anche in ambito clinico e medico.

Info e prenotazioni: 3396788142 | psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.