Archivio mensile:settembre 2018

Perché ‘Ritornare alla Sorgente’? Alcuni anni fa un mio formatore usò questa espressione: “Semplicemente abbiamo bisogno solo di ‘Ritornare alla Sorgente’”. Cosa significa? Fin dalla nascita su ognuno di noi vengono fatti dei progetti che ci indirizzano verso una meta che si preannuncia lontana: “devi essere così per ottenere qualcosa, devi fare così per raggiungere qualcosa oppure, non devi essere così e non devi fare così se vuoi diventare quello che desideri (spesso per realizzarci e realizzare ciò che gli altri desiderano per noi)….”. Negli anni avvenire continuiamo a voler (?) (dover) seguire degli obiettivi “sociali”:” devo evolvermi, migliorarmi, devo fare ancora molta strada, devo aver quel lavoro, devo realizzare un tipo di famiglia, devo avere una posizione sociale…”. Quindi, ancora una volta modelli lontani, idealizzati, da raggiungere a tutti i costi per farmi sentire vivo e partecipe nel mondo, ma che in realtà mi portano via dal mio vero Sè, da chi veramente sono e da ciò che effettivamente desidero. Invece, l’unico movimento da fare è quello verso di me, ritornare a me stesso. Ritornare a chi effettivamente sono, alla mia essenza naturale. Alla sorgente.
Quando nasco ho tutte le mie qualità essenziali: so amare in maniera incondizionata, gioisco pienamente, se ho paura la esprimo, se ho un bisogno lo manifesto apertamente. Ovviamente, mi manca la consapevolezza dell’esperienza che sto vivendo, ma vivo completamente nel mio corpo, nel mio essere. Dopo alcune settimane dalla mia nascita iniziano i condizionamenti, e dopo alcuni anni si presentano le prime chiusure, i blocchi fisici ed emotivi, strutturo le mie difese per aderire ad un modello imposto dall’esterno. In quel momento mi dimentico completamente del “chi sono”, della mia Essenza, della mia Natura. Si forma così, per la mia storia vissuta, un’immagine che io darò agli altri ed una che darò a me stesso e con le quali mi identificherò completamente. Immagini che non corrispondono a quello che sono ma a quello che dovrei essere per essere accettato ed accolto dagli altri. Così pongo ancora una volta, per l’ennesima volta ulteriori obiettivi, sempre lontani e che non si realizzeranno mai (ma che ostinatamente e inutilmente continuerà a voler realizzare), in quanto non veri, non sinceramente sentiti, ma idealizzati e per far felici altri, non me. Quindi, Il cammino è tornare a me, non è in avanti, ma verso di me, dentro di me. Chi sono veramente io? Cosa desidero veramente?….”
( Tratto dalla conferenza e dalle presentazioni di ” Ritorno alla sorgente” di Roberto Di Ferdinando)

Domenica 30 settembre 2018 – Musica musica! – LEZIONE CONCERTO per bambini da 0 a 5 anni

Presso il Centro di Psicoterapia e Crescita Umana, via Marsala 11, Firenze
h.10.oo gruppo 0-36 mesi h.11.00 gruppo 0-36 mesi
h.12.00 gruppo 3-5 anni
LEZIONE CONCERTO
per bambini da 0 a 5 anni accompagnati da un adulto
a cura degli insegnanti Audiation Institute di Firenze e Prato
ispirate alla Music Learning Theory del prof. E. Gordon
Il senso della musica nasce valorizzando momenti di ascolto condiviso tra grandi e piccini.
L’ascolto è la prima fondamentale esperienza di apprendimento musicale.
Prenotazione obbligatoria a partire dal 20-09-2018
Contattare gentilelulu@gmail.com oppure telefonare al 339/4978211
I posti sono limitati; non potranno essere
ammessi più di 15 bambini a lezione
accompagnati da un solo genitore
La partecipazione è gratuita

 

Mercoledì 3 ottobre – Meditazione

Meditazione semplicissima per generare uno spazio vuoto e silenzioso nel corpo e nella mente, rilassa profondamente le tensioni nervosa e muscolari e tonifica le energie vitali. Ottima per lo stress e l’ansia.
Meditazione introdotta da Roberto Di Ferdinando
orario: dalle 20,30 alle 21,30 circa
Ingresso gratuito riservato ai soci – Prenotazione necessaria
Si consiglia un abbigliamento comodo e nella sala di meditazione si accede senza scarpe. Dati i posti limitati, si invita, chi è interessato a partecipare, di dare la propria adesione quanto prima, solo via mail o telefono, e di dare l’eventuale disdetta, possibilmente, non all’ultimo, in modo da permettere ad altri di partecipare. Grazie.
Per info e prenotazioni:
3339728888 oppure : psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com

29 settembre GIORNATA DI PRATICHE MINDFULNESS

orario 9-14
Conduce la dott.ssa Massimiliana Molinari
Una giornata riservata a chi ha frequentato il corso di MBI oppure il laboratorio di Pratica della presenza , per fare pratica in gruppo e approfondire tematiche inerenti la consapevolezza e la psicologia .
Info e prenotazioni:
3396788142 | psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com
Se siamo felici, se siamo in pace, possiamo sbocciare come un fiore;
e la nostra famiglia, tutta la società, trarranno beneficio dalla nostra pace. (Thich Nath Hanh)

Martedì 25 settembre – Meditazione del Plenilunio

Meditazione per entrare in contatto con l’energia dei Maestri di Luce
Oario: dalle 19.30 alle 20.30 circa
Meditazione introdotta e condotta da Massimiliana Molinari
.

Si consiglia un abbigliamento comodo e nella sala di meditazione si accede senza scarpe.
Ingresso gratuito, prenotazione necessaria.
Dati i posti limitati, si invita, chi è interessato a partecipare, di dare la propria adesione quanto prima, solo via mail o telefono, e di dare l’eventuale disdetta, possibilmente, non all’ultimo, in modo da permettere ad altri di partecipare. Grazie.

Per informazioni e iscrizioni: tel. 3396788142 oppure: psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com

Da martedì 2 ottobre, 20-22.30, inizia il corso“MBI-Mindfuness Based Intervention e pratiche di Compassione , per la riduzione dell’ansia e dello stress”

Da martedì 2 ottobre, 20-22.30, inizia il corso“MBI-Mindfuness Based Intervention e pratiche di Compassione , per la riduzione dell’ansia e dello stress”, condotto dalla Dott.ssa Massimiliana Molinari ; 8 serate settimanali di martedì e una giornata di ritiro sabato 10 novembre.. Posti limitati.

Non puoi fermare le onde, ma puoi imparare a fare surf

La prospettiva della mindfulness introduce un modo profondamente diverso di porsi in relazione con la propria esperienza, per ridurre l’intensità della sofferenza emotiva e fisica attraverso l’apprendimento di pratiche di consapevolezza, coltivando una pratica di meditazione consapevole e la riconnessione con il corpo. Attraverso la consapevolezza sviluppiamo la nostra capacità di prestare attenzione al momento presente con intenzione in modo non giudicante, con gentilezza e compassione. In questo corso impariamo una modalità per entrare in contatto con ciò che succede dentro e fuori di noi, per prenderci cura del corpo e della mente, sviluppando la capacità di stare nel presente. Questo corso è un metodo sistematico per gestire stress, dolore e malattie, ma anche per affrontare efficacemente le sfide della vita quotidiana attraverso la riscoperta di una capacità intrinseca a noi esseri umani da sempre presente.

_COSA E’ LA MINDFULNESS_Il termine mindfulness a cui si fa riferimento in questo elaborato è quello vicino al mondo degli psicoterapeuti occidentali, quindi un termine che deriva dalla traduzione del termine pali (lingua tibetana) “sati” che sta ad indicare la consapevolezza, l’attenzione nuda e il ricordare. Usando quindi una definizione di Jon Kabat Zinn (2003) “la consapevolezza dell’esperienza presente che si raggiunge prestando volutamente attenzione, e in modo non giudicante, alla propria esperienza momento per momento”. Nelle tradizioni buddiste il termine mindfulness viene invece utilizzato per denotare uno stato di osservazione aperta a tutta l’esperienza momento per momento. Possiamo così dire che la mindfulness coinvolge tre importanti abilità, l’attenzione focalizzata (concentrazione), il monitoraggio aperto e l’accettazione compassionevole. Quando nelle pratiche si parla di allenare l’attenzione si intende quella capacità di scegliere un oggetto e rimanerci, mentre quando si parla di consapevolezza ci si riferisce a quello spazio più grande che osserva l’attenzione. La consapevolezza è lo spazio della mente, è la mente che osserva la mente e si accorge se ci siamo distratti. Le caratteristiche della Mindfulness sono, quindi, essenzialmente quattro. Innanzitutto è un’attenzione che richiede un impegno, una scelta di volontà e quindi significativamente diversa dalla tendenza automatica al vagare mentale o al rimuginare su problemi passati o futuri. In secondo luogo è un’attenzione alla dimensione del presente, senza che si cerchi di evocare o suscitare alcunché. La terza caratteristica è che si tratta di un’attenzione non giudicante. Infine, la quarta peculiarità di quest’attenzione volontaria va sotto il nome di Loving Kindness o amorevole gentilezza ovvero di una apertura calda ed accettante l’esperienza presente in modo da riuscire a stare anche con quelle esperienze ritenute sgradite ( come il dolore ). L’amorevole gentilezza e la compassione sono due aspetti dello stato di mindfulness che portano l’attenzione non giudicante oltre che al momento presente , anche ad un aspetto più affettivo. L’esperienza di compassione implica il riconoscimento della sofferenza altrui e propria, il lasciarsi toccare da quella sofferenza, anziché reagirci, e lasciare che emerga quella risposta spontanea di calore,, desiderio di bene cura per se stessi e verso chi soffre. La compassione riguarda la comprensione che siamo tutti interconnessi e con le medesime esperienze, che la sofferenza, il fallimento, e l’imperfezione sono parte dell’esperienza umana condivisa. Negli ultimi decenni la pratica della mindfulness, praticata da oltre 2500 anni nella tradizione buddista , è stata studiata per le sue implicazioni curative anche in ambito clinico e medico.

Info e prenotazioni: 3396788142 | psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com

Sabato 22 settembre – “I Sabati del Centro” – Conferenza esperenziale: “I nuovi adolescenti: alla ricerca di sé nella società contemporanea”

Conferenza esperenziale: “I nuovi adolescenti: alla ricerca di sé nella società contemporanea” – Relatore dott. Gabriele Nardi.

I nuovi adolescenti, la famiglia e il nuovo progetto educativo

Il cambiamento del modello educativo familiare, avvenuto gradualmente negli ultimi anni, ha giocato un ruolo determinante nella trasformazione dell’adolescenza di oggi e nella nascita dei cosiddetti nuovi adolescenti. L’adolescenza, diversamente dalla pubertà che è un fenomeno biologico, è una dimensione prevalentemente culturale e quindi soggetta a tutti i cambiamenti legati al volgere della storia e al mutare dei costumi. Nuovi perché quindi non più comprensibili da parte di quei genitori, docenti e adulti che utilizzano come chiave di lettura la propria adolescenza; nuovi proprio perché frutto di un cambiamento radicale del ruolo e della funzione paterna e materna. Figli di un modello educativo non più impostato sulle dimensioni della colpa e della paura; meno regole e norme, più attenzione nel sostenere e favorire la crescita affettiva e relazionale dei figli: un progetto educativo che potremmo definire delle relazioni e della realizzazione del sé.
Lo smantellamento graduale dei modelli educativi di riferimento se da un lato ha rappresentato e rappresenta a tutt’oggi una trasformazione indubbiamente positiva per molti aspetti, per altri, ha aumentato il tasso di insicurezza dei genitori portando ad evidenti difficoltà ad assumere il ruolo genitoriale. Il venir meno di alcune importanti funzioni di sostegno ha reso pertanto i nuovi adolescenti particolarmente sensibili agli aspetti depressivi del processo di separazione dalla famiglia di origine, investendo il processo di crescita di nuove ansietà e nuovissimi disagi.
La complessità delle crisi adolescenziali, ha generato pertanto interrogativi inediti per le famiglie e costringe sempre più spesso, familiari, docenti e professionisti del settore a riformulare l’area dell’incontro tra le due nuove generazioni. Non dimentichiamolo, gli adolescenti, da sempre ed ancora oggi, hanno bisogno di confrontarsi con adulti presenti e attendibili, in grado di rappresentare uno stabile punto di riferimento.” (Gabriele Nardi)

Ingresso libero riservato ai soci. Necessaria prenotazione
Orario: 16
Seguirà aperitivo offerto
Per informazioni e prenotazioni: 3387274816 33396788142 psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com

 

Mercoledì 19 SETTEMBRE – Meditazione Golden Flower

Ingresso gratuito riservato ai soci – Necessaria la prenotazione

Meditazione introdotta e condotta da Roberto Di Ferdinando

La Meditazione “Golden Flower”; detta anche “Meditazione della luce dorata”, appartiene alla tradizione taoista (principi della “circolazione della luce”) . La tecnica, semplicissima, basata sul respiro e sulla visualizzazione, ha lo scopo di armonizzare le polarità femminile-maschile della persona, concedendo un profondo stato di rilassamento ed equilibrio

orario: dalle 20,30 alle 21.30

Dati i posti limitati, si invita, chi è interessato a partecipare, di dare la propria adesione quanto prima, solo via mail o telefono, e di darel’eventuale disdetta, possibilmente, non all’ultimo, in modo da permettere
ad altri di partecipare. Grazie.

Per informazioni e prenotazioni:
 3339728888 oppure: psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com

Lunedì 17 settembre serata di presentazione del corso RITORNO ALLA SORGENTE

Lunedì 17 settembre serata di presentazione del corso RITORNO ALLA SORGENTE dalle 20.30 alle 22.Ingresso libero con prenotazione.

conduce il dott. Roberto Di Ferdinando

Percorso di consapevolezza per entrare in contatto con se stessi, le proprie emozioni, la propria consapevolezza, per scoprire ed accogliere le nostre sensazioni, potenzialità senza pregiudizio e giudizio . 6 serate settimanali di LUNEDÌ sera dalle 20.30 alle 22.30 da ottobre.

Info e prenotazioni:

3339728888 | psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com

6 tappe per riscoprire se stessi per rientrare in contatto con se stessi: la propria forza, le proprie emozioni, la propria consapevolezza. Un percorso esperienziale in cui, tramite tecniche corporee e meditative, prenderemo contatto con la nostra pancia, il nostro cuore e la nostra mente tornando a scoprire ed accogliere le nostre sensazioni, potenzialità ed emozioni senza pregiudizio e giudizio.
Due moduli sulla Pancia , due moduli sul cuore e due moduli sulla Testa, il lunedì dalle 20.30 alle 22.30. Conduce il dott.Roberto Di Ferdinando, counselor olistico ad indirizzo psicosomatico PNEI.
Le date:
8 e 15 ottobre: moduli sulla Pancia
22 e 29 ottobre: moduli sul Cuore
5 e 12 novembre: moduli sulla Testa

Presso il Centro Studi di Psicoterapia e Crescita Umana, via Marsala 11 – Firenze
Per informazioni ed iscrizioni sia per la conferenza che per il corso: tel. 3339728888 oppure: psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com
Costo: 6 moduli 120 euro, possibilità di partecipare solo a due moduli mensili (50 euro). Per chi ha già seguito il corso sconto del 50%.

Mercoledì 12 settembre – Atisha – Meditazione del Cuore

Ingresso libero per gli associati, necessaria prenotazione
Orario: dalle 20,30 alle 21,30circa
Presso il Centro Studi di Psicoterapia e Crescita Umana, via Marsala 11 – Firenze

Atisha – Meditazione sul Cuore e sul suo potere di guarigione
Atisha fu un grande maestro di saggezza che creò una profonda tradizione di amorevolezza per ogni creatura vivente. Atisha scoprì che il cuore è la verapietra filosofale capace di trasformare il dolore pesante in energia amorevole, solare come l’oro. Attraverso una semplice visualizzazione e processo direspirazione scopriremo il potere di trasformazione del nostro Cuore.

Meditazione introdotta e condotta da Roberto Di Ferdinando

Si consiglia un abbigliamento comodo e nella sala di meditazione si accede senza scarpe.
Dati i posti limitati, si invita, chi è interessato a partecipare, di dare la propria adesione quanto prima, solo via mail o telefono, e di dare l’eventuale disdetta, possibilmente, non all’ultimo, in modo da permettere ad altri di partecipare. Grazie.
Per info e prenotazioni: psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com – cell.:3339728888