Archivio mensile:marzo 2017

Bagno di gong di riarmonizzazione dei chakra inferiori, a cura dell’associazione Florence Gongs

Sabato 8 aprile dalle ore 16:00
presso Centro Studi di Psicoterapia e Crescita Umana – Via Marsala 11 Firenze
Costo promozionale dell’incontro 25 euro.
Per informazioni e iscrizioni: psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com,
3396788142 ; oppure florencegongs@libero.it, 3314659322 (sms o whatsapp).

Florence Gongs
presenta PTP Personal Transofrmation Project
Bagno di Gong di riarmonizzazione dei chakra inferiori
Radicamento, creatività, autostima
Attraverso le frequenze dei Gong Planetari andremo a stimolare i primi tre chakra ed i relativi corpi sottili
Si consiglia di portare con se una bottiglia d’acqua da informare con le vibrazioni dei Gongs

Pretese e avversione nelle relazioni

“[…] Quando all’interno di noi stessi non diamo ascolto a una o più parti, soffriamo. Assorbiti dalla necessità di proteggerci da questa sofferenza, abbiamo poca disponibilità verso l’esterno, quindi il malessere che stiamo provando lo trasmettiamo anche all’esterno. Così facendo non possiamo aprirci ad un confronto sincero e leale con l’altro, perché potrebbero essere scoperte le parti interiori che noi per primi non vogliamo incontrare. Anche la nostra possibilità di dare è limitata, perché siamo assorbiti dallo sforzo di mantenere le nostre strategie difensive. Riusciamo a dare solo nella misura in cui possiamo usare l’altro come mezzo per rassicurarci, per eludere la responsabilità della nostra difficoltà interna. E’ un dare condizionato. Si all’interno che all’esterno dobbiamo essere attenti a controllare quello che accade, per non lasciare emergere certe cose.
Non c’è la possibilità per dare che sia a beneficio esclusivo della libera espressione dell’altro, perché lo si renderebbe sempre più forte ed autonomi, quindi meno controllabile. Il cocktail emotivo, costituito dal bisogno di sicurezza affettiva, unito all’incertezza circa la propria capacità di riconoscere e di restare in contatto con il mondo interiore, ci fa sentire facilmente minacciati dalla sicurezza e autonomia del partner. La possibilità di prendersi cura del partner viene sacrificata. Inoltre, quando neghiamo che il problema sia dentro, siccome il disagio non si può sopprimere, dobbiamo mantenere la convinzione che quello che non va sia fuori. E dunque crediamo di doverci difendere da qualcosa che sta fuori di noi e sviluppiamo la tendenza a cercare fuori le cose che non vanno.
Quando entriamo in relazione con il mondo esterno cerchiamo il “difetto” e, se vogliamo mantenere la relazione, possiamo dedicarci “alla nobile impresa di cambiarlo”, o almeno contenerlo e limitare i suoi effetti negativi. Anche questo toglie spazio alla possibilità di accogliere l’altro, aiutarlo a realizzarsi per come è e vuole essere. Così l’alleanza nella relazione affettiva non può fiorire, ma si alimentano pretese e avversione.
[…].”
(Beatrice Loreti e Roberto Masiani, in SATI, rivista dell’Associazione per la Meditazione di Consapevolezza, di Roma, settembre-dicembre 2016)

1 Aprile – I Sabati del Centro. Conferenza esperienziale: “L’arte di comunicare comunicazione non verbale, ascolto attivo e gestione delle emozioni”

Presso il Centro Studi di Psicoterapia e Crescita Umana di via Marsala 11 – Firenze
ore 16
Ritorna l’appuntamento con i Sabati del Centro, il titolo della conferenza è “L’arte di comunicare: comunicazione non verbale, ascolto attivo e gestione delle emozioni”.
Seguirà un aperitivo.
Conferenza condotta dalla dott.ssa Carla Casini
Ingresso libero su prenotazione 349.2808579
psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com

Mercoledì 29 marzo – Meditazione Camminata – Ingresso gratuito

presso il Centro Studi di Psicoterapia e Crescita Umana, via Marsala 11 – Firenze

Meditazione introdotta e condotta da Roberto Di Ferdinando
Una meditazione con una fase “attiva”. Porteremo la nostra consapevolezza alle sensazioni, percezioni ed emozioni del corpo e nel corpo sia nelle fasi statiche che durante una lenta camminata. Un pieno e consapevole ritorno al nostro corpo, alle sue singoli parti ed alla sua interezza, per una profonda esperienza unitaria di Sé nel “qui ed ora”.
orario: dalle 20,30 alle 21,45 circa
Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.
Massimo 16 persone

Si consiglia un abbigliamento comodo e nella sala di meditazione si accede
senza scarpe. Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.  Dati i posti
limitati, si invita, chi è interessato a partecipare, di dare la propria
adesione quanto prima, solo via mail o telefono, e di dare l’eventuale
disdetta, possibilmente, non all’ultimo, in modo da permettere ad altri di
partecipare. Grazie.

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.
Per info e prenotazioni: psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com
cell.:3339728888.

Amorevole gentilezza per clinici e per chi lavora nelle relazioni di aiuto

Ho trovato queste frasi e voglio condividerle con voi; sono intenzioni di amorevole gentilezza per clinici e persone che lavorano nelle relazioni d’aiuto, frasi di enorme sostegno per ritrovare e coltivare la nostra compassione soprattutto nei momenti più difficili, quando sentiamo il bisogno di più gentilezza. Possiamo leggerle e ripeterle tutte assieme, o anche copiare la frase che ci risuona maggiormente e portarla con noi nel quotidiano – leggerla più volte al giorno, tenerla come intenzione della giornata. 
Per esperienza ho visto che lavorando prendendo dimora  nella compassione anche i momenti più dolorosi e difficili diventano sostenibili, per noi e per chi lavora con noi; questo permette di non isolarci ma rimanere consapevoli dell’ umanità che ci accomuna.

Che io possa essere in grado di aver cura e coltivare me stesso così da potermi occupare dei bisogni degli altri con generosità, equilibrio e presenza.
Che io possa sviluppare l’equanimità e lasciare andare l’illusione di risanare o curare gli altri.
Che io possa vedere questa persona con una mente lucida e un cuore aperto.
Sebbene abbia a cuore il dolore e la sofferenza che provate, non posso fare per voi delle scelte o controllare la vostra vita.
Che io possa accettare i limiti degli altri con calore e compassione e accettare i miei limiti con la stessa gentilezza.
Che io possa vedervi, udirvi e conoscervi nella vostra integrità e bellezza, non solo nella sofferenza e nel dolore che provate.
Che io possa vedere in questa persona la bontà, l’intelligenza e la vulnerabilità.
Che io possa lasciare che questo momento sia così com’è, non come io vorrei che fosse.
Ispirato da Sharon Salzberg (2011).

22 marzo – Meditazione Nadabrama – Ingresso libero

La Nadabrahma è una potente meditazione passiva che  si pratica ad occhi chiusi che può essere praticata in qualsiasi momento della giornata, da soli o in gruppo. É una semplicissima tecniche che genera uno spazio vuoto e silenzioso nel corpo e nella mente, rilassa profondamente le tensioni nervosa e muscolari e tonifica le energie vitali. Ottima per lo stress e l’ansia.

Meditazione introdotta da Roberto Di Ferdinando

Presso il Centro di Psicoterapia e Crescita Umana di via Marsala 11 a Firenze

orario: dalle 20,30 alle 21,40

Si consiglia un abbigliamento comodo e nella sala di meditazione si accede senza scarpe. Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.  Dati i posti limitati, si invita, chi è interessato a partecipare, di dare la propria adesione quanto prima, solo via mail o telefono, e di dare l’eventuale disdetta, possibilmente, non all’ultimo, in modo da permettere ad altri di partecipare. Grazie.

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.
Per info e prenotazioni: psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com – cell.:3339728888.

Dal 27 marzo – In collaborazione con l’Associazione ‘Vivere l’Etica” – Laboratorio ETICA E GIOVANI – Partecipazione gratuita

Dal 27 marzo – In collaborazione con l’Associazione ‘Vivere l’Etica” – Laboratorio ETICA E GIOVANI. Per riscoprire un rapporto Etico con Se stessi, gli Altri e la Terra – Partecipazione libera
con l’Associazione ‘Vivere l’Etica”, Laboratorio ETICA E GIOVANI. Per riscoprire un rapporto Etico con Se stessi, gli Altri e la Terra
Laboratorio esperienziale aperto a tutti i giovani dai 16 ai 30 anni
Conducono: Massimiliana MOLINARI (Psicologa e Psicoterapeuta) e Roberto Di FERDINANDO (Counselor Olistico)

Il laboratorio Etica e Giovani  si propone di facilitare  attraverso tre incontri esperienziali l’incontro con la dimensione etica in ognuno di noi sul piano personale, sul piano relazionale e nel nostro rapporto con la terra. Nel primo incontro esploreremo l’etica verso se stessi, attraverso delle pratiche che ci aiutaranno a sperimentare un contatto individuale.
Nel secondo incontro potremmo osservare la dimensione etica nell’incontro con l’altro e nel terzo volgeremo l’attenzione al nostro rapporto con il pianeta terra, con l’ambiente e la società.
Si consiglia un abbigliamento comodo. Se possibile, lavoreremo scalzi.

27 marzo e 3 e 10 aprile 2017 dalle 18 alle 20
Sportello EcoEquo – Via dell’Agnolo 1/D – Firenze
partecipazione gratuita

richiesta la preiscrizione: vivere.etica@gmail.com
info: 3339728888 psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com

Mercoledì 15 marzo – Meditazione di Consapevolezza – Ingresso gratuito

Presso il Centro di Psicoterapia e Crescita Umana, via Marsala 11 – Firenze

Meditazione introdotta e condotta Roberto Di Ferdinando

Attraverso una meditazione guidata prenderemo contatto, e piena consapevolezza, con le singoli parti del nostro corpo e con la sua interezza, per una profonda esperienza unitaria di sé.

orario: dalle 20,30 alle 21,45 circa

Si consiglia un abbigliamento comodo e nella sala di meditazione si accede senza scarpe. Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.

Dati i posti limitati, si invita, chi è interessato a partecipare, di dare la propria adesione quanto prima, solo via mail o telefono, e di dare l’eventuale disdetta, possibilmente, non all’ultimo, in modo da permettere ad altri di partecipare. Grazie.

Prenotazione obbligatoria

Info e prenotazioni:
3339728888 | psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com

Compassione per se stessi

La Compassione per se stessi/e implica un atteggiamento verso noi stessi/e di comprensione e di sostegno, lo stesso che potremmo avere con un caro amico che sta passando un momento difficile, un fallimento o che si giudica in modo negativo.

Essere compassionevoli non significa ignorare il dolore o la difficoltà , è piuttosto la possibilità di fermarci e dire a noi stessi/e “è proprio difficile questo momento! …Come posso prendermi cura di me e darmi un po’ di conforto in questo momento?”.
Avere compassione per se stessi riguarda la capacità di avere cura di me stessa/o nel momento del bisogno, anche nei momenti più difficili invece di criticarci o valutarci in base a modelli ritenuti “giusti” o “migliori”. Quando siamo in un percorso di crescita o di cura abbiamo bisogno di essere compassionevoli verso noi stessi/e, di incoraggiarci piuttosto che giudicarci.
Gli elementi che costituiscono la self-compassion sono tre : gentilezza verso se stessi vs giudizio, senso di umanità comune vs isolamentoe mindfulness verso identificazione con i problemi.
1.Gentilezza per se stessi vs. auto-giudizio. Essere compassionevoli con se stessi/e implica essere caldi e la comprensivi verso noi stessi quando soffriamo, non riusciamo, o ci sentiamo inadeguati, piuttosto che ignorare il nostro dolore o flagellare noi stessi con l’ autocritica.
Quando proviamo compassione riconosciamo che essere imperfetti e sperimentare le difficoltà della vita è inevitabile; non possiamo essere sempre come vogliamo o ottenere esattamente quello che vogliamo. Quando neghiamo o combattiamo questa realtà aumenta lasofferenza sotto forma di stress, frustrazione e l’autocritica. Quando questa realtà è accettata con simpatia e gentilezza viviamo una maggiore serenità emotiva .
2.Senso di umanità comune contro l’isolamento. Con il termine umanità non intendiamo qui il senso comune di essere buono con gli altri ma proprio il suo significato originario, ovvero i caratteri essenziali e distintivi della specie umana, le limitazioni della natura umana, i limiti dell’intero genere umano. La Frustrazione che nasce in noi quando le cose non sono esattamente come le vogliamo è spesso accompagnata da un senso irrazionale ma pervasivo di isolamento , e ci sentiamo come se “io” sono l’unica persona che soffre o commettere errori. In realtà tutti gli esseri umani soffrono. La definizione stessa di essere “umano” significa che uno è mortale, vulnerabile e imperfetto. La compassione per se stessi/e implica riconoscere che la sofferenza e l’inadeguatezza personale è parte dell’esperienza umana condivisa – qualcosa che attraversiamo tutti quanti piuttosto che essere qualcosa che accade a “me” solo.
3.Mindfulness vs. Over-identificazione. La compassione per se stessi/e richiede un approccio equilibrato con le nostre emozioni negative: non le sopprimiamo e non le esageriamo. Questa posizione equilibrata deriva dal mettere in relazione le esperienze personali con quelle di altri che anche stanno soffrendo, mettendo così la nostra situazione in una prospettiva più ampia.
Essa deriva anche dalla volontà di osservare i nostri pensieri e le emozioni negative con apertura e chiarezza, in modo da poterne essere consapevoli . La consapevolezza (mindfulness) è un stato della mente di non-giudizio e ricettività, in cui osserviamo i pensieri e i sentimenti come sono, senza cercare di sopprimerli o negarli. Non possiamo ignorare il nostro dolore e provare compassione per esso, allo stesso tempo. Allo stesso tempo essere consapevoli (mindfulness) richiede che noi non siamo identificati con pensieri e sentimenti, in modo da esserne coinvolti e poi travolti dalla reattività .
(Testo riadattato e rielaborato tratto da scritti di Kristin Neff)

Domenica 12 marzo – Meditazione del Plenilunio – Ingresso gratuito – Prenotazione obbligatoria

Foto di Marco Giorgi

Orario: dalle 8.30 alle 9.30 circa
Centro Studi di Psicoterapia e di Crescita Umana – Via Marsala 11 – 50135 – Firenze

Meditazione per entrare in contatto con l’energia dei Maestri di Luce

Meditazione introdotta e condotta da Massimiliana Molinari

Si consiglia un abbigliamento comodo e nella sala di meditazione si accede senza scarpe.
Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.
Dati i posti limitati, si invita, chi è interessato a partecipare, di dare la propria adesione quanto prima, solo via mail o telefono, e di dare l’eventuale disdetta, possibilmente, non all’ultimo, in modo da permettere ad altri di partecipare. Grazie.

Per informazioni e iscrizioni:
3396788142/3339728888 oppure : psicoterapiaecrescitaumana@gmail.com