Archivio mensile:aprile 2015

Perché praticare?

Per ciò la nostra pratica (…) va fatta con il corpo (…). La nostra intera pratica poggia su una base fisica, così come la nostra vita ha avuto un inizio fisico. In primo luogo impariamo a portare il corpo in armonia, impariamo a sedere fisicamente nel modo giusto. Poi, sedendo correttamente, il respiro adotta da sé un ciclo armonioso: smettiamo di respirare ansimando e con sforzo iniziamo a respirare tranquillamente, dolcemente e naturalmente. Via via che il corpo e la mente iniziano a calmarsi e non rappresentano più un disturbo per noi, scopriamo che anche la mente ha la possibilità di stabilizzarsi nella sua attività dolce e naturale. Il frastuono e le chiacchiere della nostra mente chiassosa lasciano il posto alla chiarità e alla naturalezza del nostro vero sé. In questo modo giungiamo a riconoscere chi veramente siamo e arriviamo a comprendere la vera natura della nostra vita e della nostra morte.

Infine, quando iniziamo a creare questa diretta armonia fisica tra il corpo, il respiro e la mente, possiamo estendere agli altri, scambievolmente, i benefici della nostra pratica. Impariamo a vivere assieme in un modo che conduce alla realizzazione della vera natura di ciascuno, non solo a livello individuale, ma anche come comunità (…).

Questa pratica di gruppo (…) può essere di reale beneficio al nostro mondo, un mondo in cui l’armonia è ancora più rara dei diamanti e in cui la realizzazione della Verità è spesso ritenuta un sogno impossibile.

(…) Allora tutti i rapporti sono insegnamenti, mentre ci apprezziamo e ci levighiamo* a vicenda senza fine.

* “levighiamo” è riferito al diamante grezzo che noi siamo…

(Introduzione di Taizan Maezumi, “Perché praticare?” al libro “Corpo, respiro e mente nella pratica Zen” di Taizan Maezumi e Bernie Glassman (ed. Ubaldini) )

L’attenzione

Nella vita di tutti i giorni non date il cento per cento della vostra attenzione al mondo esteriore e alla vostra mente. Tenetevene un po’ dentro. Sentite il corpo interiore, quando svolgete le attività quotidiane, specialmente quando siete coinvolti in relazioni o quando vi relazionate alla natura. Sentite la quiete dentro di voi
(E. Tolle)

Lunedì 4 maggio – MEDITAZIONE PER IL WESAK – Ingresso gratuito

Wesak 4 maggio 2014 ore 20.30
LUNEDì 4 maggio 2014 alle ore 20.30
presso il Centro Studi di Psicoterapia e Crescita Umana si terrà la
MEDITAZIONE PER IL WESAK.

Chi desidera partecipare porti con se un fiore e una bottiglia di acqua.
L’ingresso e libero ma è necessaria la prenotazione via mail (massimilianamolinari@gmail.com) o al cellulare 3396788142
Si consigliano vestiti comodi. Nella stanza di meditazione si entra senza scarpe.

 IL WESAK

Nella notte del primo plenilunio nel segno del Toro (tra la fine di aprile ed i primi di maggio), il Buddha ritorna e si manifesta, insieme al Cristo ed a tutti i Grandi Esseri, per donare all’Umanità intera la sua Benedizione
Questo grande evento, che si rinnova ogni anno da millenni a metà primavera, non appartiene certamente alla sola Tradizione orientale: anche se è imperniata sulla figura del Buddha, è prezioso patrimonio di tutti gli uomini della Terra, a qualsiasi religione essi appartengano, poiché l’Energia Divina è Universale e non ha nome.
“La notte del plenilunio nella costellazione del Toro dà la possibilità di ricevere la benedizione del Buddha che ritorna, quella del Cristo e dei Maestri di Saggezza che vegliano per guidarne l’evoluzione spirituale. Tutti coloro che vi prendono parte, anche solo collegandosi col pensiero e con il desiderio di esserci, ricevono la propria parte di Luce.
Il Wesak influirà sulla vita di ognuno che vi avrà partecipato, anche chi vi è giunto “per caso”, per il solo fatto di esservi arrivato vedrà cambiare la propria vita, a volte in maniera impercettibile comincerà a volgersi verso ideali superiori.
Coloro che prendono parte alla cerimonia, sia quelli che raggiungono la valle dell’Himalaya, sia coloro che vi si collegano col pensiero e la meditazione da tutto il resto del mondo, tutti indistintamente, vengono elevati spiritualmente.
Attraverso ciascuno di loro, l’energia del Wesak fluisce fra il cielo e la terra; ogni uomo ed ogni donna presente diventa un canale e ridistribuisce a sua volta la potente energia di Luce che altrimenti rimarrebbe inutilizzata.
Quest’energia di Luce può migliorare una crisi economica o politica, può illuminare un dittatore, rendere consapevoli, calmare le forze della Natura scatenate. Anche una piccola dose di buona volontà, di amorevole senso di collaborazione verrà esaltata e potenziata, tutti sono chiamati a lavorare per il Grande Piano. I Maestri osservano tutti gli esseri umani, alla ricerca di collaboratori che permettano loro di migliorare la vita sul pianeta.
Il Wesak porta un messaggio di Pace, Amore, Unità, al di là di religioni, di razze, di distanze.

La grande invocazione
Dal punto di Luce entro la Mente di Dio
affluisca Luce nelle menti degli uomini, scenda Luce sulla Terra.
Dal punto di Amore entro il Cuore di Dio
affluisca Amore nel cuore degli uomini, possa il Cristo tornare sulla Terra.
Dal Centro ove il Volere di Dio è conosciuto
il Proposito guidi i piccoli voleri degli uomini,
Proposito che i Maestri conoscono e servono
Dal Centro che viene detto il genere umano
si svolga il Piano di Amore e di Luce
e possa sbarrare la porta dietro cui il male risiede.
Che Luce, Amore e Potere ristabiliscano il Piano Divino sulla Terra.

Mercoledì 29 aprile – Atisha – Meditazione del Cuore – Ingresso gratuito – prenotazione obbligatoria

Mercoledì 29 aprile  – Atisha – Meditazione del Cuore – Ingresso gratuito
presso il Centro di Psicoterapia e Crescita Umana, via Marsala 11 – Firenze
Ore 20,30

Atisha – Meditazione sul Cuore e sul suo potere di guarigione

Atisha fu un grande maestro di saggezza che creò una profonda tradizione di amorevolezza per tutti gli esseri senzienti ossia per ogni creatura vivente. Atisha scoprì che il cuore è la vera pietra filosofale capace di trasformare il dolore pesante e scuro in energia amorevole, luminosa e solare come l’oro.

Meditazione introdotta e condotta da Roberto Di Ferdinando

orario: dalle 20,30 alle 21,45 circa

Si consiglia un abbigliamento comodo e nella sala di meditazione si accede senza scarpe

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria. Posti limitati

Per info e prenotazioni: roberto.diferdinando@tin.it – cell.:3339728888

Mercoledì 22 aprile – La Meditazione sui Cuori Gemelli del Maestro Choa Kok Sui – Ingresso gratuito

22 aprile 2015
Orario: dalle 20.30 alle 21.45 circa
Centro Studi di Psicoterapia e di Crescita Umana – Via Marsala 11 – 50135 – Firenze

Maestro Choa Kok Sui dice: “La Meditazione sui Cuori Gemelli è uno strumento molto potente per il proprio sviluppo spirituale”
E’ una tecnica di meditazione avanzata per il raggiungimento dell’illuminazione o coscienza universale attraverso l’attivazione e lo sviluppo dei centri energetici del Cuore e della Corona, detti “Cuori Gemelli”. Il centro energetico del Cuore situato al centro del petto è il sito delle emozioni superiori. Il centro energetico della Corona (chiamato anche centro spirituale) situato sulla sommità della testa, è l’ingresso verso una più elevata consapevolezza spirituale.

Meditazione introdotta da Roberto Di Ferdinando

Si consiglia un abbigliamento comodo e nella sala di meditazione si accede senza scarpe.

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.

Per informazioni e prenotazione: 3339728888  roberto.diferdinando@tin.it