Incontri con Shunryu Suzuki Roshi

“In un tempio giapponese per l’addestramento dei monaci, alcuni misero in dubbio la validità dell’ordinazione di un discepolo di Suzuki-roshi. Dicevano che non era valida perché, prima del suo arrivo in Giappone, non era stata celebrata la cerimonia tradizionale, non era andato in giro per la questua, non si era rasato la testa e non aveva ricevuto l’abito.

<<Allora, sono o non sono un monaco?>>, chiese a Suzuki.
<<Le cose sono come le pensiamo>>, rispose Suzuki. <<Se pensi di essere un monaco, sei un monaco. Se non lo pensi, non lo sei>>.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.